בס''ד
Benvenuti nel sito delle Scuole Ebraiche di Roma

Criteri di valutazione

Print Friendly

Criteri di promozione e di assegnazione dei debiti didattici.

 

Scrutini di giugno

 

1.  L’Istituto stabilisce per gli scrutini di giugno, in viapreliminare, due criteri discriminanti in merito alla sospensione del giudizio e non ammissione dell’alunno. Tali criteri sono, presi singolarmente, ognuno sufficiente e dirimente nel determinare l’esito dello scrutini.

I due criteri sono:

a) L’alunno presenta un numero superiore a 3 (tre) materie con votazione insufficiente.

b)  L’alunno presenta un coefficiente-insufficienza (relativamenteal quale si veda il punto 2) superiore a 9 (nove) per il primo biennio,superiore a 8,5 (otto e mezzo) per il secondo biennio.

Qualora il coefficiente risulti minore o uguale a 9 (primo biennio) o8,5 (secondo biennio) si procede alla sospensione delgiudizio.

 

2.Alle insufficienze viene assegnato un coefficiente numerico in base alla lorogravità secondo il seguente modello:

al“5” sono assegnati due punti

al“4” sono assegnati tre punti

al“3” sono assegnati quattro punti

al“2” (o meno) sono assegnati cinque punti

 

Esempi:

I.  l’alunno viene presentato a giugno con 4 insufficienze non gravi(“5”, “5”, “5”, “5”): l’alunno è NON AMMESSO poiché, nonostante ilcoefficiente-insufficienza ( pari a 8 ) non superi il tetto stabilito, l’alunnopresenta un numero di materie con votazione insufficiente superiore a 3, comeriportato al punto 1a.

II.L’alunnoviene presentato con tre materie con insufficienze più o meno gravi: “5”, “4”,“3”: se l’alunno frequenta il primo biennio è AMMESSO AL RECUPERO DEBITI DISETTEMBRE poiché il coefficiente è pari a 9 (2 + 3 + 4); se frequenta ilsecondo biennio è NON AMMESSO poiché il coefficiente è superiore a 8,5.

 

3.Nella determinazione del coefficiente-insufficienza, già in vigorenell’Istituto da alcuni anni, viene dall’a.s. 2010-11 introdotta una modificasostanziale: alcune materie dette “propedeutiche” nel primo biennio e“caratterizzanti” nel secondo biennio, hanno un coefficiente-insufficienzaaumentato di 0,5 rispetto alle altre.

Talimaterie sono state individuate come segue:

a)  per il primo biennio, in riferimento alla vigentenormativa scolastica che invita a rafforzare le abilità di base proprie dellascuola dell’obbligo e, altresì, in virtù della connotazione ebraica dellanostra scuola, le materie individuate come propedeutiche per tutti icorsi di studio sono: ITALIANO, MATEMATICA, INGLESE, CULTURA EBRAICA.

b)  per il secondo biennio, in virtù dei diversi corsi distudio e delle materie che tendono ad avere maggior peso e/o visibilità inoccasione della seconda prova dell’Esame di Stato, le materie caratterizzanti dei diversi corsi di studio sono così individuate:

•    liceo classico: ITALIANO, LATINO, GRECO

•    liceo scientifico: ITALIANO, MATEMATICA,SCIENZE

•    liceo linguistico: ITALIANO, INGLESE,FRANCESE, LINGUA EBRAICA

•    liceo delle scienze sociali (poi umane):ITALIANO, SCIENZE UMANE, STORIA

 

E’bene precisare che non si tratta di una modifica intesa ad avere una ricadutaesclusivamente nel campo docimologico ma di un progetto che intende consolidareil peso degli insegnamenti di base e di indirizzo pur senza toglierne allealtre materie, che rimangono comunque fondamentali ai fini della completezzadel corso di studi.

 

Esempi:

I.   L’alunno (primo biennio)viene presentato con le seguenti insufficienze in materie non propedeuticheper il primo biennio: Storia 4, Lingua Ebraica 4, Scienze 4. Ilcoefficiente è 9 (3+3+3), dunque non oltre il limite per la non promozione.L’alunno è AMMESSO AL RECUPERO DEBITI DI SETTEMBRE.

II. Lostesso alunno che presentasse tali insufficienze in Storia 4, Scienze 4, Matematica4, al contrario sarebbe NON PROMOSSO. Il suo coefficiente salirebbe infatti a9,5 (3+3+3,5), essendo la Matematica materia propedeutica per il primo biennio.

 

Discorsoanalogo per il secondo biennio ma, ma con il coefficiente-insufficienza8,5  e le materie caratterizzantidifferenziate per indirizzo.

 

Scrutini di settembre

 

1.  Anche per settembre sono fissati due criteri preliminaridirimenti e non complementari per l’ammissione/non ammissione dell’alunno, ma èeliminato il sistema coefficiente/voto.

a)  Se in seguito all’esame di recupero-debiti di settembre, ancheuna sola materia presenterà votazione pari o inferiore a 4 (quattro) l’alunnosarà NON AMMESSO.

b)  Se in seguito all’esame di recupero-debiti di settembre permarràun numero di “5“ superiore a due (ossia se nessuna delle tre materie riportatea giugno avrà raggiunto punteggio pari a “6”) l’alunno sarà NON AMMESSO.

 

Qualoranon si verifichino le condizioni di cui ai punti 1a e 1b, vale a dire se dopol’esame di settembre lo studente avrà riportato uno o due “5” nelle prove direcupero, la sua situazione potrà essere oggetto di discussione in sede diConsiglio di Classe per determinarne l’eventuale ammissione o non ammissione alsuccessivo anno di corso.

 

2.  Modalità di svolgimento degli esami di settembre.

Il recupero debiti consisterà in una verificascritta integrata, per le materie per cui si   ritiene necessaria la verifica anche della competenza orale, da un colloquio.

Gli scritti si svolgeranno nell’arco di tregiornate in orari sfalsati.

Il tempo a disposizione per lo svolgimentodegli scritti sarà di 120 minuti.

 

Le verifiche scritte di recupero sarannopreparate dagli insegnanti che hanno segnalato la carenza disciplinare nellapropria materia. La somministrazione della prova sarà effettuata da un’appositacommissione formata dall’insegnante interessato, da un suo collega di medesimoambito disciplinare e dal coordinatore di classe, che avrà funzione disupervisore. Le prove saranno comunque differenziate in base alle singoleprogrammazioni di classe ed alle esigenze del relativo insegnante.

 

Gli esami orali si svolgeranno in unaquarta giornata dedicata interamente ad essi. Analogamente agli scritti, glistudenti svolgeranno il colloquio davanti ad una commissione formatadall’insegnante che ha impartito il debito, un insegnante di materia affine edal coordinatore di classe.

 

La logistica della modalità di svolgimentodegli esami orali verrà comunicata, assieme al calendario dettagliato degliscritti, dopo lo svolgimento degli scrutini di giugno, comunque einderogabilmente entro la fine di tale mese.